Chiamatemi pure Mamma (Gipsy)

Tra le altre convinzioni che si stanno sgretolando dal post ciambella, vanno sicuramente annoverate quelle che potrei sintetizzare con questa frase: ” Non sarò una madre sciatta, mai!”

Salvo le mamme Vip, che le vedi casualmente paparazzate ai giardinetti con trucco&parrucco perfetto, tre figli in braccio ed una pancia di nuovo pronta all’uso, le altre mamme mi hanno sempre detto che sarebbe stato impossibile avere lo stesso aspetto di prima, fino a quando i discendenti non avessero avuto l’età per bere in America. Io non ci ho mai creduto ed ho sempre pensato che sarei riuscita a mantenere un minimo di decenza.

Ora, lo sappiamo tutte che le mamme Vip, in realtà, hanno tre tate ed i bimbi se li godono tra una messa in piega ed un’altra. Chi ha la possibilità si organizza, così che   nei costi-benefici i benefici siano maggiori. Probabilmente lo farei anche io. Quello che non sapevo però, è che la sciatteria che ti trasforma in una mamma gipsy (leggi sciatta, barbona, scappata di casa o come preferisci) avrebbe colpito anche me.

Facciamo finta di niente, dai!

Facciamo finta di niente, dai!

Avevo sempre pensato che:

a togliere e mettere uno smalto non ci volesse nulla, anche con una bimba in casa. Ma mi sbagliavo. Solo ieri, prima di mettermi sotto la doccia, alle nove e mezza di sera, sono riuscita a togliermi quello trasparente che avevo sù da prima del parto. Lì si è conclusa la mia manicure.

ad andare dal parrucchiere, almeno a farsi solo la piega, non ci volessero che quelle due ore scarse, tra andare e tornare, approfittando del suo sonno. Ma mi sbagliavo perchè, fino a quando avrò una ciambella sotto al culo, certe cose non le potrò fare.

fare tutti e tre colazione al bar, il sabato mattina, fosse la cosa più facile al mondo. Ma mi sbagliavo, perchè è più il tempo che passi a controllare sia ancora viva sotto le sue due tutine, la copertina, la cappotta, e le vottate dei cristiani (leggi: spinte degli altri avventori*), e il cappuccino diventa ghiacciato come quello Zero dell’Algida.

Ma il top della mamma gipsy, l’ho raggiunto l’altro giorno: sono uscita con la maglia al contrario; un enorme nodo fra i capelli, tipo rasta; tre maglie sovrapposte (non avendo fatto ancora il cambio di stagione, non mi rimane che sovrapporre le cose estive); la canottiera che usciva dal resto degli strati di maglia e che aveva un pezzo di cioccolata attaccata; la giacca con la fodera rotta. Ovviamente struccata, scarpe da giannastica quasi mai usate perchè non sono un tipo sportivo. Arriveranno tempi migliori, vero girls?

*Però imparatele le lingue, non è che qui posso stare a tradurvi sempre tutto!

Comments

comments

Previous Post Next Post

6 Comments

  • Reply Aline Mammanontiarrabbiare ottobre 28, 2015 at 2:58 pm

    Ahhaha, cadiamo tutte nella trappola ‘io non sarò sciatta’ e invece l’arrivo della prole sconvolge e annulla il tempo, cose comuni, apparentemente semplici diventano miracoli quotidiani. Capiterà di uscire col pigiama sotto il cappotto, con una macchia di rigurgito che fino a 4 la maglia è pulita. Lentamente riprenderai a prenderti cura di te, partendo dalle minuscole cose che ti sembreranno grandi traguardi e un giorno ti renderai conto che potrai mettere lo smalto che pare pare ma richiede un tempo di cui una neomamma senza seguito a darle manforte non dispone, la cosa che si ottiene solo verso i 3 anni del pupo è la doccia di oltre mezz’ora, non riuscirai mai a stare là sotto se tuo figlio piccolo dorme ma sarà un piacere farlo mentre lui gioca e magari salta in bagno quelle 3-4 volte a chiederti se hai finito. Tranquilla cara, tutto nella norma, tutto passerà ma ora è giusto così 🙂

    • Reply Stato di grazia a chi? ottobre 28, 2015 at 8:50 pm

      Azz…. tre anni? ! Io fra 3 anni sarò una vecchia bacucca. No, dai, spero in uno sconticino. Del resto, con il parto che ho avuto, me lo merito ahah 🙂

  • Reply Concetta ottobre 28, 2015 at 8:33 pm

    Non essere troppo dura con te stessa, è troppo poco tempo che sei in questa nuova condizione. Col tempo acquisterai quella prontezza davanti l’armadio che ti farà vincere la sciatteria. Per lo smalto io sono riuscita nell’impresa quando la pupa ha raggiunto i 18 mesi. Baci

    • Reply Stato di grazia a chi? ottobre 28, 2015 at 8:56 pm

      Grazie Conci, sei sempre carina. Al momento, l armadio pare abbia subito un bombardamento. Tutto incasinato, capi ammassati… per una ex super ordinata è un trauma psicologico eh eh. … devo trovare un’anima pia che mi aiuti a risistemarlo. Si accettano volontarie😆

  • Reply Gra novembre 3, 2015 at 11:09 am

    Gipsy?!?! Adesso un pochino meno … ma oggi ero tentata di non togliere gli occhiali da sole nemmeno in ufficio … Argh!

    • Reply Stato di grazia a chi? novembre 3, 2015 at 3:49 pm

      Un buon segno dopo tutto.. vuol dire che lì c’era il sole oggi 🙂 Qui cielo plumbeo, che mi permette di mascherare la tuta sotto la giacca a vento. Che tristezza, questa femminilità perduta ahah

    Rispondi

    You Might Also Like