Biberon Anticoliche o Esorcicci?

C’è gente con figli che non piangono, che non fanno altro che ridere, dormire, e mangiare con raffinatezza dalla tetta della mamma o dal biberon, che non fanno la cacca fuori dai pannolini, sopra i vestiti dei genitori, o sul divano. C’è altra gente che combatte contro pannolini da affrontare con le tute dei Ris di Parma, e urla strazianti da chiamare CSI Milano, perchè sembra che stiano squarciando qualcheduno.

Che vi dico a fare a quale girone appartengo! Noi, quasi ogni sera e ogni notte siamo alle prese con pianti inconsolabili. Per questo motivo, come qualsiasi genitore normale, vorremmo cambiare Stato dalle 17.30 alle 6.00 del mattino, possibilmente in un altro continente dove, le urla strazianti da colichette, non arrivino.

I neonatini sono così, o accetti le coliche, o non li fai. Sempre che non si appartega alla prima-irritabilissima-categoria. Perciò, ad ogni angolo di strada, chiunque incontri, domando: “Ma lei come ha fatto con le coliche ?”. Al momento tralascio gli aneddotti, ed alcune informazioni su massaggi ed esorcismi, perchè vorrei un parere sui biberon anticolica.

Sul mercato ce ne sono tantissimi, per cui scegliere se e quali prendere è difficile. Molti non ci credono e, probabilmente, fanno bene, ma se hai un neonatino che urla come se fosse una vittima sacrificale, dai fiducia ad ogni aggeggio e consiglio. Come ultime ipotesi ti lasci l’ersorciccio e una cesta nel Nilo, magari porta bene e ne esce fuori un piccolo Messia.

Pochi giorni fa ho lo scoperto l’esistenza di questi cosi miracolosi, tra i più famosi: il Tommee Tippee e il Mam ( che è anche autosterilizzante, il che non guasta!). Ora, urge una decisione, ed un acquisto, ma sono piuttosto confusa. Vorrei, se possibile, approfittare dei vostro consigli: qualcuna li ha provati?

  1. Il Tippee ha una struttura diversa dai soliti biberon, e le recensioni sono piuttosto positive. Salvo il lavaggio, di cui narrano la difficoltà leggendaria, per il resto tutto ok! Non annovero, ovviamente, tra le recensioni positive, quelle di mamme che dicono: “Lo abbiamo usato, ci è piaciuto molto, ma comunque mio figlio non aveva le coliche neanche prima!”.
  2. Il Mam, invece, è molto più semplice, ed avrebbe una base ventilata, di cui non ho minimamente capito la funzione.

Attualmente ho:

  1. un Philips Avent  che non mi dispiace affatto. E’ molto maneggevole; entra facilmente nello sterilizzatore da microonde; anche senza lavarlo con le spugne, la chiusura non presenta problemi; entra anche in un banalissimo thermos che abbiamo acquistato dalla Prenatal; la tettarella è di quelle classiche, e non fuoriesce il latte. Ma, essendo di una misura ormai mini, per la nostra Miss Panciona, devo cambiare a brevissimo e, non sembrando un anticolica doc, penso non replicherò.
  2. un Chicco, la cui  tettarella dovrebbe assomigliare ad un seno, per cui, secondo la commessa, avrebbe dovuto facilitare la suzione. Ora, sarà pure simile ad un seno, ma non credo di una europea, per cui non è molto “voluto”; e fuoriesce il latte che viene fagocitato con eccessiva velocità, per cui direi che sia piuttosto un pro-colica .

Lo so, sembrano strxxxxte ma se, ogni sera, hai in casa, Carrie lo sguardo di Satana*, speri in tutto. C’è chi usa sondini, chi termometri, chi tenta di affittare il proprio figlio a qualcuno per quelle ore lì, io tenterò con il biberon.  Mi date una mano? Le nostre povere orecchie ve ne saranno grate per sempre!

* Anche perchè, battute a parte, vederli così sofferenti è uno strazio (lo scrivo qui, perchè il post deve rimanere privo di sentimenti teneri. Come da copione!)

 

Comments

comments

Previous Post Next Post

10 Comments

  • Reply francesca novembre 18, 2015 at 10:20 pm

    Hai provato la collanina di giada? …..da mettere e mai togliere.
    Pietra naturale che dovrebbe fungere da calmante, ….ho due figli e aspetto il terzo.
    In linea di massima appartengo al “tuo” primo gruppo: con il primo figlio non ne conoscevo l’esistenza e durante il periodo dentini anche io ho combattuto con notti insonni;
    la seconda è stata munita quasi immediatamente di questa benedetta (?) collanina e tutto è andato x il meglio…..
    Ho fatto il terzo quasi apposta, non vedo l’ora di vedere cosa succede…;)

    • Reply Stato di grazia a chi? novembre 19, 2015 at 9:13 pm

      Non lo sapevo. Davvero, e funziona? Tre figli? Tutto il mio rispetto e la mia stima! Che distanza di anni? Mi informerò sulla collana… direi che potrebbe essere il suo primo gioiello 🙂

  • Reply francescabianca novembre 19, 2015 at 12:12 am

    Non mi uccidere, avrai sicuramente già provato: Mylicon? Sono fuori tema, lo so!!

    • Reply Stato di grazia a chi? novembre 19, 2015 at 9:15 pm

      Eh.. ma che fuori tema, ogni consiglio e’ sacro:) . Non l ho provato comunque, ho un altro tipo di goccine. Sul Mylicon i pareri sono controversi….

  • Reply Valentina novembre 21, 2015 at 1:44 pm

    No comment…. Si può soffrire di coliche gia’ dal 6 giorno di vita?! Eeeedddaaaiiiiiii!!!!

    • Reply Stato di grazia a chi? novembre 21, 2015 at 3:51 pm

      Quello delle coliche è un grande gruppo. Stiamo tutte vicino-vicino. E chi trova la soluzione, batta un colpo!

  • Reply sere novembre 21, 2015 at 9:45 pm

    Ciao mi dispiace non ho consigli perché non ho figli, cioè ancora per pochi mesi! Comunque seguirò con grandiiizzimo interesse questo post, che prima o poi pure io un biberon lo dovrò accattare!

    • Reply Stato di grazia a chi? novembre 22, 2015 at 2:55 pm

      A quanto trapela da quanto sino ad ora mi hanno scritto, le colichette ce le dobbiamo tenere 🙁 Forse si può provare con la collanina di giada (non so se hai letto gli altri commenti precedenti). Oppure con un bel crocifisso: magari fa venire fuori il piccolo demonio delle coliche ahah

  • Reply Concetta novembre 23, 2015 at 5:39 pm

    Io rientro nella categoria di quelle che se le è tenute per tre mesi.
    Baci

  • Rispondi

    You Might Also Like