I nonni: La mala educacion

Rullo di tamburi. Arrivano i Nonni!

Arrivano i genitori (i tuoi) che, indipendentemente dal fatto se siano imbiancati o tinti, imbucati o invitati, si sono trasformati nei portatori ufficiali della mala educacion. Gli Acconsentitori Legali di tutto quello che ti avevano proibito quando avevi l’età che ora ha il loro nipotino. Quelli che, con un colpo di spugna, annullano i dettami che ti hanno imposto per anni, e che per te sono ancora validi. Quelli che azzerano i progressi che hai, faticosamente, fatto fare a tuo figlio. Quelli che mettono in discussione le tue buone intenzioni in termini di routine e di equilibrio familiare. Quelli che… alla loro epoca sì che era difficile, mica ora che ci sono tutte queste cose.

I nonni si dividono in due categorie. I tuoi e i suoi.

Non c’è stata conversazione, chat, forum, blog, libro, bignami in cui fosse taciuta questa differenza, in cui, la meglio, non l’avessero quelli materni. Gli altri sono i suoceri. Punto e a capo. Una categoria a parte, intrinseca di equivoci, frasi non dette, cose mal fatte. Non perchè sia realmente così, ma perchè così vuole la narrativa.

Fermi tutti. Io voglio continuare ad avere una famiglia, per cui sia chiaro che qui parlo per tutti. Anche per voi, che tante ne avete dette, scritte e commentate sui vostri di nonni paterni e che intanto mi fate andare avanti!

Il punto sulla differenza dei nonni, credo sia principalmente nel rapporto che noi donne abbiamo con i nostri e voi uomini avete con i vostri. Noi, quasi sempre, con i nostri parliamo, discutiamo. Non solo per questioni puramente logistiche, ma vagamente anche per piacere. Questo comporta anche il mandarli a quel paese, facendo pace un minuto dopo. Mentre il nostro lui, essendo quasi sempre un maschio, ha un rapporto con i suoi che lo porta a parlarci q.b, a scontrarsi quasi mai. Per una legge non scritta ha un rapporto con la propria famiglia meno sanguigno, viscerale. Insomma, si cagano il sufficiente, non di più.

grandpa-23878_1280

I nonni. I Tuoi e i Suoi. Quelli che:

  • Tu si che sei agevolata, mica noi che non esisteva manco l’ecografo
  • Tu non devi prenderli in braccio ogni volta che piangono, poi si abituano, è diseducativo, appena ti giri li hanno presi loro
  • Tu non devi sempre parlare dei bambini, non ti fissare, c’è altro al mondo, si vede che non siete abituati ad avere figli, loro si scambiano le foto dei nipoti come fossero figurine, e le collezionano come fossero francobolli
  • Tu non devi coprirli troppo,  il tempo di aprire la porta di casa, e te li hanno bardati come l’Esselunga fosse al Polo Nord, ma dovete uscire per forza, non è che farà troppo freddo?
  • Tu venivi ricoperta di shampoo negli occhi, che uscivi dal bagno con le pupille iniettate di sangue, loro non ti perdonano che il bimbo piagnucoli un pochino quando gli fai anche solo il bidet
  • Tu li lasci piangere, di quando in quando, perchè devi soffiarti il naso e -che- diamine, loro ti guardano come fossi un serial killer di bambini e ti stanno denunciano ai servizi sociali
  • Tu non li devi riempire di roba, è piccolo, sono inutili tanti giochi e vestitini, loro hanno riempito casa tua, di cose adatte dagli 0 ai 18 anni, ed ora devi metterti su Immobiliare.it un’altra volta
  • Tu ti distrai un attimo a salutare un’amica per strada, loro ti hanno rapito figlio e passeggino per farlo vedere ai passanti

I nonni. Gli vuoi bene. Gli sei grata. Ma certe volte….

 

 

 

Comments

comments

Previous Post Next Post

12 Comments

  • Reply luisanobilimazza gennaio 17, 2016 at 11:35 pm

    un modo divertente di leggere una realtà spesso TRAGICA!!!!

  • Reply Micky gennaio 18, 2016 at 12:31 pm

    Aggiungo anche:
    • “ha i piedi freddi, mettigli i calzini!”…Mamma ci sono 23 gradi in casa, poi il nasino è caldo…ti giri e li ha già messi lei…
    • Le chiedi di passare da casa alle 15:00, per lasciarle la bimba un’oretta (il tempo di fare quelle 380 cose che rimandi da mesi)…alle 14:15 suona il citofono!!!

    Questo post lo stampo e lo appendo in casa! 😊😊😊

    • Reply Stato di grazia a chi? gennaio 18, 2016 at 3:19 pm

      Mi sa che seguono tutte lo stesso copione allora! Scommetto che se lo appendi, ti fa sparire quello e la bambina!

  • Reply Vale gennaio 18, 2016 at 9:27 pm

    Dico solo questa: mia madre ha tenuto in braccio il nipotino (new entry) per 6 ore consecutive .. ” altrimenti se lo poggio si sveglia!” 6 ore!! Si sono “fusi” sotto il plaid!

  • Reply Concetta gennaio 19, 2016 at 5:24 pm

    Stessa tragedia, e man mano che crescono va sempre peggio! Tutto quello che era vietato a me, ora è concesso alla pupa.

  • Reply Veronica gennaio 21, 2016 at 11:58 am

    E vogliamo parlare del fatto che i nipoti li considerano come maiali all’ingrasso?
    Sia mia madre che mia suocera non fanno passare più di 5 minuti tra una merendina e l’altra

  • Reply Anna gennaio 21, 2016 at 9:34 pm

    Ragazzi ma che state dicendo meglio i nonni che gente estranea.

    • Reply Stato di grazia a chi? gennaio 22, 2016 at 3:15 pm

      Ma certo, Anna, ci mancherebbe! Io, se avessi i genitori vicini, sarei molto contenta. Sia per me che per mia figlia. I nonni sono strafondamentali, non mi fraintendere. Solo che, alle volte, hanno atteggiamenti “discutibili”, in quanto tendono a violare le regole che faticosamente provi ad applicare, o mettono in discussione i principi che hai, creando tensioni. Ma in questo caso, si scherza. W I NONNI!

    Rispondi

    You Might Also Like