Gattonamenti: Il Fascino Segreto delle Prese Elettriche

Quante volte te lo hanno detto? Parenti amorevoli, estranei antipatici, mamme terroriste.

Con quel sorriso sornione lì…: Eh, goditela ora, che quando comincia a gattonare, non avrai più pace!

E quante volte hai pensato: Grazie dell’incoraggiamento/ avevo bisogno proprio di una rassicurante sferzata di ottimismo/ ti pare che sia una passeggiata di salute ora?

Come se ci potesse essere un’ opzione numero due. Come se, dall’immobilità più assoluta, ci fossero bimbi pronti a camminare con la sicurezza e l’eleganza di una étoile, senza passare dal gattonamento e dai simpatici tentativi di camminamento (alias demolizione casa).

E’ una legge di natura, non ci puoi fare niente. E’ inutile spaventare le altre, solo perché tu, o una tua amica o tua moglie, ci è già passata. Non è che, tra l’altro, prima di questa fase, te ne andavi a ballare ad Ibiza due we al mese!

Il Gattonamento ed il costante alzarsi dove ci sia una qualunque forma di leva (quasi sempre una leva pericolosa).

Ecco, siamo nel pieno anche noi. Nel pieno del Non perderla mai d’occhio (mamma). Si perché, come ogni bambino, anche la mia gattona, stile Freccia Rossa, verso qualsiasi fonte di pericolo.  Capta il tuo “No, non andare là” e si fionda senza remore, né freni. Quella si che è alta velocità! All’inseguimento di  prese elettriche, forni accesi, balconi, acqua che bolle sotto fornelli traballanti, cassetti, televisori.

E ora capisci perché i nidi costano un botto. Perché le alternative sono due: tenere tua figlia in una casa senza elettricità, con le pareti di spugna tipo quelle degli studi di incisione, o spedirla al nido.

Ma non ci preoccupiamo. Come aggiungono gli interlocutori di cui sopra, sempre con sorrisi sornioni: figli piccoli, problemi piccoli, figli grandi, problemi grandi.

Grazie, ora si che sto meglio!

 

 

Comments

comments

Previous Post Next Post

8 Comments

  • Reply Concetta settembre 7, 2016 at 5:01 pm

    Ahahahahahah odio questo detto, me lo hanno ripetuto e ripetono di continuo.
    Però ammetti che è divertente vederla andare alla conquista di qualcosa?
    Baci

    • Reply Stato di grazia a chi? settembre 7, 2016 at 6:02 pm

      Hai ragione,. è una pura emozione. Io, lo sai, non sono una da post emozionali (come li chiama mio marito) .. è più forte di me. Eppure, ammetto che mi sta emozionando ogni giorno di più 🙂 …

  • Reply Pensieri rotondi settembre 8, 2016 at 11:58 am

    Ahah… tanto anche le non-sentimentali poi diventano sentimentalone 😉 E comunque, la prossima volta che ti dicono ‘goditela, che poi blablabla…’, rispondi: ‘certo, ma infatti sto bene così e non invidio nessuno’ 🙂

  • Reply roberta settembre 8, 2016 at 12:40 pm

    ahaahah capisco bene… io sono stata la prima in assoluto delle mie amiche ad avere figli… ma avevo mia cognata che spingeva… non l’ho mai ascoltata… per me gattonamento & co. tutto fantastico, parte delle fasi di crescita… ma… alla seconda pancia… mi diceva… vedrai quando ne avrai 2 non ci sarà più tempo per te… vedrai… e io pensavo… la solita guastafeste… ma ci aveva preso… stavolta… uno dormiva, l’altro mangiava… uno pappe verdi puzzolenti, l’altro il bagnetto…e cosi via. Ti saprò dire invece per il detto… bimbi piccoli problemi piccoli… i miei son “quasi” grandi… ma non abbastanza… e problemi zero… ma è adesso che dicono… si incomincia a ballare…

    • Reply Stato di grazia a chi? settembre 8, 2016 at 2:42 pm

      Tutte noi lo mettiamo in conto. Mettiamo in conto che, ai periodi più idilliaci seguiranno quelli più difficili e cosi via. Nessuna è sprovveduta. Certo, una cosa è immaginarlo, altra cosa è viverlo. Per questo, credo, sia inutile farci del terrorismo reciproco. Tutto al più, invitiamo le altre a vivere tutto al meglio, no? 🙂

  • Reply Mamma Avvocato settembre 14, 2016 at 4:19 pm

    Guarda, ti posso giurare che la possibilità “passaggio diretto e repentino da immobile a camminata spedita” esiste. Il ricciolino ha fatto esattamente così: non ha mai gattonato, si alzava in piedi dove era e poi si rimetteva giù ma senza spostarsi poi, di colpo, ha iniziato a camminare dritto e spedito.
    Comunque il problema cadute, prese, pericoli, arrampicate è lo stesso!!!
    sai che anche quando mi lamento io mia madre non fa che ripetermi:”Figli piccoli, problemi piccoli. Figli grandi, problemai grandi!”.
    che faccio, lo lascio morire di fame perchè non cresca?!?

    • Reply Stato di grazia a chi? settembre 14, 2016 at 4:25 pm

      Esatto. Hai centrato il tema. Non possiamo farci nulla. Del resto, anche per noi (come figlie),
      è stato lo stesso. Già è faticoso, seppur meraviglioso, così…con questo terrorismo non ci facciamo niente!

    Rispondi

    You Might Also Like