MAMMA ALL'ESTERO. L'ESPERIENZA A PRAGA

Mamme Expat: Una mamma a Praga

Petra, 40 anni compiuti da poco, mamma di Sebastiano e Rosalia. Lei è la nostra seconda mamma all’estero. Non è una vera expat, perché Petra è nata a Praga, città in cui attualmente vive, ma in Italia, precisamente a Milano, ha vissuto per alcuni anni. Petra ci darà una prospettiva diversa, perché conosce bene entrambe le realtà.

 Ingegnere, ora in maternità, ha conosciuto suo marito, milanese, durante l’Erasmus in Portogallo. Grazie ad una borsa di studio, presso la facoltà di Agraria di Milano, lo ha seguito in Italia.  Dopo qualche anno, torna a vivere nella sua Praga, dove poi nasceranno i suoi bellissimi bambini, che oggi hanno 9 e 3 anni.

Petra vive in una città spettacolare, dal fascino profondo, che trova le sue radici nella storia, ma anche nell’immensa natura che la circonda.

MAMMA ALL'ESTERO. L'ESPERIENZA A PRAGA
L’Italia é una realtá con dei ritmi di vita completamente diversi dai nostri. Quello che mi piaceva, e che apprezzo tutt’oggi,  é il fatto che la vita sembra meno greve, si vive con più allegria e leggerezza. Ovviamente, si mangia bene, ed é sempre facile trovare una persona con cui scambiare due parole…ci si incontra, si socializza molto di piú. A Milano mi mancava il verde, non apprezzavo il clima umido ed afoso, le zanzare, gli scioperi degli trasporti pubblici, la criminalità. Però ero più giovane, e queste cose non mi spaventavano.

♥ Cosa ci dici della tua città natale?

Praga é una città a misura d ´uomo, con tanto verde, molti parchi.  Attorno la cittá ci sono boschi e castelli medioevali. L´ambiente rimane abbastanza pulito, la qualitá della vita é buona, i servizi e trasporti pubblici funzionano bene. Mi piace la sua storia e l´atmosfera magica. Rispetto all´estero, la vita non é ancora cosí veloce.

MAMMA ALL'ESTERO. L'ESPERIENZA A PRAGA

♥ Come Mamma, invece, quali credi siano i vantaggi rispetto all’Italia?

Secondo una ricerca, che avevo letto tempo fa, la Repubblica Ceca si trova ai primi posti tra i Paesi migliori in cui formare una famiglia e crescere i propri figli. Tra i fattori presi in considerazione: la qualitá dell’istruzione, la sanitá, la vita sociale, l´assistenza all´infanzia, il costo dei figli, ed i servizi per i piú piccoli.

Ci sono delle agevolazioni garantite ai neo-genitori, dallo Stato: Oltre al normale periodo di maternità della durata di sette mesi (mateřská dovolená), uno dei due genitori può scegliere se richiedere o meno il “rodičovská dovolená”, un congedo parentale la cui durata può variare da due a quattro anni, così come varia la somma di denaro elargita dallo Stato a seconda del periodo richiesto. In questo modo, i bambini possono facilmente godere della presenza di uno dei due genitori per molto tempo, durante la primissima infanzia. Di solito, le mamme rimangono volentieri a casa  per i primi 3 anni, anche perché il loro datore di lavoro é obbligato a riservare il posto per tutta la durata del congedo genitoriale.

♥ Cosa ci dici del sistema scolastico?

La scuola materna inizia dopo il compimento di 3 anni ( come in Italia). Ce ne sono di tutti i tipi:  dalle classiche, alle Montessori, ai Waldorf (detta anche scuola steineriana),  ai nidi nel bosco ….

Le elementari di primo grado durano 4 anni. Quelle di secondo grado durano 5 anni, le superiori 4, l’università 5.

Per quanto riguarda il metodo Waldorf  si tratta di una realtà particolare, che coinvolge dall’epoca del nido sino ai 18 anni. L’approccio pedagogico è basato sull’osservazione dell’ evoluzione del bambino, mentre l’offerta formativa concede ampio spazio alle  materie artistiche ed artigianali. Non si usano libri,  mentre sono molto presenti i materiali naturali tipo lana cotta o legno, per giocare. Le materie vengono portate avanti attraverso un percorso artistico ed esperienze dirette. 

Gli asili nei boschi, invece, sono situati in mezzo alla natura, in luoghi in cui  i bambini stanno tutto il giorno all ‘aperto, anche d’ inverno. Come riparo hanno spesso una yurta o un tipi, i gabinetti sono spesso dei secchi. E’ un’ alternativa assai forte e costosa, considerato che si tratta di asili privati. Solitamente si mangia vegetariano o vegano.  Si gioca con quello che si trova fuori, e la nanna la si fa nei sacchi a pelo per terra o sui materassini… è tutto abbastanza spartano, se piove o gela i bambini trovano ristoro solo con una stufa. E’ tutto molto eccessivo ed è una moda recente.

♥ In relazione alla scuola, credi che il vostro sistema sia migliore? 

Ai bambini si richiede decisamente molta piú disciplina ed ordine, credo che le scuole ceche diano anche un’ apertura mentale più ampia rispetto a quelle italiane. I bambini sono sempre trattati come tali e non come dei piccoli adulti: hanno orari diversi, vanno a letto presto, si fa in modo di rispettare i loro ritmi.

♥ Pensando alla crescita ed al futuro dei tuoi figli, ed al fatto che tuo marito è italiano, torneresti a vivere in Italia?

Noi ci veniamo, ogni tanto, per le vacanze, ma, circa un ritorno in pianta stabile, non saprei. Credo di no, ma dipende sempre da quello che la vita ci offre. 

 

 

Se ti sei perso la vita di una Expat negli Usa, leggila ora!

Comments

comments

Previous Post Next Post

No Comments

Rispondi

You Might Also Like