LA FAMIGLIA ROBINSON VS LA NOSTRA FAMIGLIA. DIFFERENZE FRA L'IMMAGINAZIONE E LA REALTA'

La Famiglia Robinson vs Le Nostre (vere) Famiglie

Chiunque, come me, sia cresciuta all’ombra della Famiglia Robinson, si era fatta la sua idea sulla famiglia. In sintesi: ma che c’è vò.

Che c’è vò a fare l’avvocato che non ha problemi di clienti paganti e a sposarsi un ginecologo di successo. Uno che non deve attraversare tutta Brooklyn – ma va bene pure Canosa – per andare a lavoro. Uno che, avendo lo studio in casa, è disponibile al 100% in caso di rottura di tubature in cucina, di tapparelle, o black out.  Uno a cui non devi pagare manco una visita, che capisce la differenza fra la rottura delle acque e quella delle palle ….  visti i vantaggi, ce li fai 5 figli!

E che c’è vò, con 5 figli, a non avere problemi economici, a garantire loro una buona istruzione. Certo, ci sarà una pecora nera, una che, il peggio che fa, è cambiare idea sul corso di laurea.

Cinque figli, due adulti, una grande casa ed un solo cesso… questa è l’unica cosa che non ti sei mai spiegata. Allora, prometti a te stessa che sarai più furba sul gabinetto.

Poi arriva il tuo momento e c’è qualcosa che non funziona. Forse perchè gli anni ’80 sono passati; forse perché non sei a New York City, o perché il tuo compagno non fa il ginecologo (per cui te li devi sgravare da sola i 5 figli) … forse per altro, decidi di volare un pò più basso.

Farai scelte diverse. Sarà l’hinterland o una città abbandonata, una casa più piccola con la scusa che è più intima. Fai un figlio, forse due, tre se hai bevuto troppo. Da quattro in sù non sono i tuoi, te li hanno lasciati in una cesta davanti casa, con la scusa che tornavano a prenderseli più tardi.

Scopri che la famiglia vera è differente. Tu dai i numeri pure con un figlio solo, pure se sta tutto il giorno a scuola. Usi tutta la tecnologia a tua disposizione per allentare la stretta con la prole, perchè sei perennemente stanca, vuoi vedere un telegiornale, leggerti un Harmony qualunque, vagare su Facebook alla ricerca del tuo primo ragazzo per sapere se ha ancora i capelli in testa.

E che c’è vò, pensavi. Ad avere una bellissima famiglia numerosa, piena di impegni, che non sbaglia mai, che fa sempre la scelta giusta e con tanto tempo per dialogare.

Poi, fai mente locale. Pensi a chi si dice sia veramente il Signor Robinson. Tutt’altro che un dolce papà, ma un molestatore come tanti. Allora ti rassereni: era tutto un bluff. La solita americanata. Ti senti meno in colpa quando fingi il classico mal di testa alla richiesta di un altro figlio.

 

Ti è piaciuto il pezzo? Non ti rimane che condividerlo, sii simpatica anche tu!

Comments

comments

Previous Post Next Post

2 Comments

  • Reply mamma avvocato agosto 27, 2017 at 12:30 pm

    Ah ah ah, vero!!!

    • Reply Stato di Grazia a Chi agosto 27, 2017 at 6:18 pm

      Anche tu vittima del Robinson? ahahha

    Rispondi

    You Might Also Like