Sei una mamma? Chi può dirlo. Scopri le 10 Regole

Cosa vuol dire, in fondo, essere una mamma? Per alcuni, è mamma la donna che mette al mondo i figli. Per altri, è una mamma la donna che se ne prende cura, ogni giorno. Io vi giuro, su questa patatina fritta pietra, che essere mamma non è una qualifica che ti meriti così. No, devi fare cose folli, possibilmente imbarazzanti, per garantirti lo status. 

Essere una mamma vuol dire….

Le 10 Regole:

  1. Ingrassare, con o senza allattamento al seno. Perché, quando stai casa con loro, è una specie di sfogo. Hai bisogno di energie, di proteine ma anche di tanto cibo spazzatura, per non deprimerti. Quando sei fuori tutto il giorno, affoghi nel cibo i tuoi sensi di colpa
  2. Mangiare cibo (per le più tenaci, anche già masticato) dai piatti altrui. Ebbene si, sono i tuoi figli, i loro avanzi. Ma è sempre una schifezza, dai
  3. Indossare abiti che prima non-sia-mai. Non mi riferisco solo a quelli sporchi (cioè che indossi da sole 2 ore , ma sanno di latte marcio) ma a quelli che tenevi in fondo all’armadio da anni. Roba che avresti dovuta smistare, ma che ti vergognavi a regalare. Cominci con un ” metto questo, quando esco mi cambio…” .  Il problema sta nelle parole quando esco.
  4. Non ricordarti più quando l’hai fatta l’ultima volta. Lo sappiamo, hanno le antenne, se passi per il bagno, facendo la vaga, fischiettando, comunque ti beccano. Non vogliono che i tuoi bisogni biologici siano espletati
  5. Guardare le altre mamme e pensare che stanno sempre meglio di te. Potevo dire anche ogni altra forma di vita, ma ho ristretto il campo per rispetto
  6. Cercare una continua approvazione con gli estranei. “Tu mi vedi così, ma prima, ero un’altra persona. E’ il parto che mi ha ridotta in queste condizioni”. ” E quando hai partorito?” . “….. Diciotto anni fa, ma per me è come fosse ieri”
  7. Essere attratti dai detersivi. Prima facevi shopping, passando la carte di credito per comprati borse, vestiti, accessori. Ora hai una malattia: shopping compulsivo per gli ammorbidenti, il detersivo profumato per i piatti, quello per mettere la cera, i guanti di plastica. Hai dei problemi, e questa ne è una prova
  8. Manifestare schizofrenia verso la prole. Desideri che si tolgano dalle palle  per poter riprendere a lavorare, fare mille cose, lavarti i capelli. tornare magra. Appena si assentano mezz’ora, ti domandi cosa hai fatto di male per meritarti questo
  9. Confondere i nomi dei figli (il problema si fa molto grave, quando ne hai uno solo). Confondere le date di nascita e sparare date e longitudini a caso. Ogni volta che devi compilare un questionario, in diretta, con le date, sei nel panico. In genere, fingi svenimenti per evitare figure di m.
  10. Parlare con i muri. Alle volte, ti senti sola. Invidi Mila Kunis che, nel film Bad Moms, ha trovate due amiche mamme con cui fare gruppo. A te non piace mai nessuna. Forse perché sei sfortunata, forse perché ha un carattere di merda. Presto, però, comincerai a parlare anche da sola, pur di sentire una voce che non sia quella di un bambino o di Gatto Boy.
Facebook Comments
Previous Post Next Post

No Comments

Leave a Reply

You Might Also Like