Perché è importante fare i figli da giovane

Gli 8 Vantaggi nel fare figli da giovanissima

L’ho capito solo ora. Fare figli presto, prestissimo è importante. E’ il modo per uscirne vive, ma anche molto di più: una corretta diabolica  pianificazione del concepimento è la soluzione a molti percorsi impervi della vita. Infine, il rispetto del timing non solo ci salverà da alcuni problemi comuni alle mamme, ma dimostrerà la nostra capacità a guardare lontano. 

Per me è troppo tardi, ma voglio lasciare due righe per salvare intere generazione di future mamme dalla vita di m. che noi altre facciamo.

Perché è importate fare informazione in modo che, a sedici anni, scatti il piano! Una follia? No.

Ora vi spiego perché, pianificare un figlio a sedici anni, è la scelta giusta.

  • Se la famiglia che hai alle spalle non è una dall’abbandono facile (altrimenti che non ti venga in mente di fare figli manco 40 anni) si prenderà cura del pupo e pure di te. I nonni, giovanissimi, li potrai sfruttare alla grande. Loro non saranno contenti, ma tu li hai fregati di brutto! Con la scusa che devi finire gli studi, potrai piazzare il pupo a quei poveretti. Non potranno dire di essere stanchi: la loro età non glielo permette.
  • Se la scuola e l’università hanno un cuore, con il pupo fra le braccia, soprattutto in caso di esami sostenuti con altre mamme, sarà più facile. Certo, devi studiare, ma in caso di insufficienza, ci penseranno un paio di volte prima di bocciarti. Immaginano che la tua vita sia tosta (non hanno la minima idea che la vita tosta è quella dei tuoi).
  • Nel mondo del lavoro entrerai che sarai già una mamma di pupo più o meno grande, non temeranno interruzioni stile allattamento, pediatra, coliche e così via. Avranno di te l’immagine di una che sa il fatto suo, che ha imparato ad organizzarsi presto. E, se la selezionatrice è mamma, una mano sul cuore non se la vuole mettere?
  • Altri figli. Intorno ai tuoi 26 anni, il pupo sarà abbastanza “grande” e i tuoi ancora giovani. E’ tutto pronto per fregare tutti di nuovo. Fai un altro figlio. Statti accorta però: i tuoi genitori non sono fessi, se dovessero vedere un test di gravidanza in giro, non troveresti più i loro vestiti nell’armadio! Se andasse tutto secondo i piani, non ti smazzeresti troppo neanche il secondo figlio. Potrai contare sull’aiuto dei tuoi più del primogenito. E, qualora anche questa fase avesse avuto successo, un terzo è dietro l’angolo. Lo staff di sostegno è aumentato!
  • Perché il terzo figlio. Il terzo ti serve per assicurarti la vecchiaia. Ora ti spiego bene: nonostante tu sia una mamma, una persona che ha partorito, che ha messo al mondo delle angeliche creature, queste stesse potrebbero ribellarsi, da grandi, adducendo la scusa dello sfruttamento. Potrebbero farti addirittura causa con i tuoi genitori! Almeno uno dei figli ti proteggerà, ti manterrà a casa sua, qualora le cose andassero male anche al terzo stadio di giudizio.
  • La gravidanza, il parto e il fisico. Salvo tu non sia una sfigata, le prime due gravidanze, almeno, saranno state bellissime con pochi effetti collaterali, il parto veloce e sarai dimagrita subito e …. ragazze…. ma che fisico subito dopo! Wow!
  • La considerazione sociale. Sei una mamma top! I primi due figli avranno l’età giusta per essere considerati i tuoi fratelli minori. Sarà bellissimo vedervi passeggiare, ridere e scherzare insieme. Anche se non ti posso assicurare loro ridano insieme a te, dopo il mazzo che hai fatto fare ai primi due. La gente avrà una grande stima di te.
  • La carriera: potresti farne anche una davvero bella. Agli occhi smaliziati di un cda che ha capito tutto del tuo piano (nato quando le altre giocavano a chi aveva le tette più grandi) chi non ti darebbe una chance? Hai dimostrato di vedere lungo, di essere tenace e costante. Senza favoritismi, con il tuo piano non hai guardato in faccia a nessuno. Per la prosecuzione della specie con lo sbattimento minore e il fisico migliore. Sei una leader! Una poltrona da socia, non te lo toglie nessuno.
Facebook Comments
Previous Post Next Post

No Comments

Leave a Reply

You Might Also Like