Cosa regalare a bambini di tre anni. Giochi istruttivi, per non sbagliare

Allegra, fra una settimana, compirà tre anni! Sembra ieri, invece, è già arrivato il suo terzo compleanno. Se anche voi dovete festeggiare un/a trenne, ecco qualche consiglio su cosa regalare.

Cosa regalare ai bambini di tre anni

Libri, Libri, Libri

Per me, vincono sempre. Da una storia ben scritta può nascere di tutto. Una passione per il futuro, un ricordo meraviglioso da custodire tutta la vita. Una fiaba fa vincere le paure, insegna come affrontare le difficoltà, diverte, ed è un modo per approcciarsi a nuove parole.

Le Ombre Cinesi

libro pet bambini cosa regalare

Le più belle fiabe illustrate di Esopo

Libri per bambini di tre anni

Puzzle

A differenza dei libri, che richiedono la presenza di un adulto, il puzzle offre lo stimolo di cominciare a svolgere attività anche da soli. E’ importante, però, scegliere quelli adatti all’età. Con tessere abbastanza grandi, facili da incastrare, grafiche chiare. I puzzle gratificano i bambini ad ogni nuovo progresso. 

Bellissimi quelli tattili di Janod

Puzzle tattili: cosa regalare ad un bambino di tre anni

Stickers 

In genere, gli album con gli adesivi piacciono molto e, avendo cura di sceglierne di qualità, cioè facili da staccare e attaccare, molti non solo intrattengono, ma insegnano… ad esempio, un’altra lingua!

Tantissimi quelli di Usborne

cosa regalare per un compleanno di bambini tre anni libro con adesivi

Stelle adesive per il soffitto

Che si decida di attaccarle replicando le costellazioni o a casaccio, il bambino ne rimarrà impressionato. Potrebbe nascere la passione per gli astri ma, quasi certamente, è un modo per affrontare la paura del buio.

cosa regalate ad un compleanno di tre anni. Stelle adesive luminose

Quando scartare i regali

Quando ero una bambina, ricordo che, alle feste di compleanno, i regali si aprivano volta per volta. Senza spettatori. Li si scartava davanti a chi te li consegnava. Per me, questa è la scelta più bella. Si impara a dire grazie, ad assaporare il singolo momento e non si toglie troppo tempo alla festa.

Oggi, sempre più spesso (anche noi lo abbiamo fatto) i regali rientrano in un rituale pubblico. Tutti vedono cosa hanno comprato gli altri. Chi scarta, in modo confuso, non ha neanche il momento per ringraziare o vedere cosa gli è stato donato. Si fa la fila per consegnare il più in fretta possibile il proprio regalo. Se i regali sono tanti, può diventare noioso anche per il festeggiato.

C’è, infine, chi, forse per evitare imbarazzi (perché non tutti i doni hanno lo stesso valore) e che si crei troppa confusione, li apre in un secondo momento. In tal caso, è difficile che un bambino possa ringraziare telefonicamente ciascuno. Lo dovrà fare il genitore, il giorno dopo.

E voi, quando scartate i regali?

 

 

Previous Post Next Post

No Comments

Leave a Reply

You Might Also Like