Merende sane e buone per i bambini: La Ricetta del Lattaio e le Pouches di Frutta

Quando ero piccola non sempre facevo merenda, e, a dire il vero, spesso saltavo anche la colazione. La mia famiglia, come molte altre, era un po’ incasinata e non sempre si faceva in tempo o c’erano le energie, per pensare a tutto. Allora ai bambini si davano attenzioni diverse rispetto ad oggi.

Non era diverso l’amore, ovvio, ma non girava tutto attorno a loro come, invece, succede oggi, nella maggior parte dei casi.

I capricci erano meno tollerati, le cose non si ripetevano mille volte, non si cercava l’approvazione di un figlio di 3, 4, 5 anni e così via. C’erano i genitori e c’erano i figli: la distinzione era netta.

Io a colazione non ero molto brava. Facevo un po’ come fa Allegra con noi: capricci. Mi alzavo tardi, ero lenta nel mangiare, non sapevo cosa volevo. Mio padre non aveva molto tempo, ci preparava la colazione ma, se avessimo rallentato troppo la corsa della giornata la colazione sarebbe saltato.

La merenda, poi, era un’altra storia ancora e veniva fatta con quello c’era a casa: merendine, fette di pane con il cioccolato spalmabile o la marmellata o altro ancora.

Non è morto nessuna della mia generazione per queste cose, ma, per fortuna, oggi sappiamo che tutti i 5 pasti sono importanti per i bambini, come anche quante proposte sane, buone, semplici e gustose possiamo offrire loro.

Allegra ama tanto quelle che ha rinominato “la frutta che si preme”. Le piacciono perché se le mangia da sola, senza l’aiuto di nessuno. Le porto con me, quando la vado a prendere a scuola, quando andiamo al parco o a casa di qualche amichetta, e se le mangia tra un gioco ed un altro. Sono proposte sane, naturali, senza zuccheri aggiunti, coloranti o conservanti.

Che siano a base di frutta o a base di latte, come quelle della nuova linea “La Ricetta del Lattaio”, nulla cambia. Me le chiede spesso ed io gliele do con la serenità di offrire qualcosa di buono, in tutti i sensi.

Non so se fosse meglio prima o ora.
Quello che mi piace di oggi è che abbiamo più informazioni sull’ alimentazione dei bambini e questo ci consente di fare scelte più consapevoli.

Post Sponsorizzato

#sponsorizzatodamellin #mymellinblog #mellin #generazionipiusane

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply