seggiolino auto

Seggiolini Auto: tutto quello che bisogna sapere. AxissFix Air di Bébé Confort, la mia esperienza

Sulla sicurezza in auto non si scherza. Che siano brevi tragitti o lunghi viaggi, i bambini hanno bisogno di essere protetti. Pur essendo un obbligo, quello del seggiolino in auto, spesso, a scapito della sicurezza dei nostri figli, viene disatteso. Lo si fa per superficialità, ma va anche detto che tanti sono i dubbi e le informazioni non corrette che nutrono alcuni di noi.  Ad esempio: Voi sapete fino a che età i seggiolini auto sono obbligatori? A cosa corrispondono i gruppi dei seggiolini? Quando si può usare il rialzo in auto?  

Qui troverete le informazioni principali, alcuni importanti consigli, ma anche la mia esperienza, da mamma bis, con i seggiolini auto Bèbè Confort.

Da quando serve il seggiolino auto e come capire quale acquistare per primo?

Già per poter andare a casa dall’ospedale, la prima volta, occorre dotarsi di un supporto che renda sicuro il viaggio. Possibilmente, questo, come tutti gli altri seggiolini auto che seguiranno, dovrà essere acquistato nuovo. Questo perché, un prodotto di seconda mano potrebbe aver subito dei danni – anche non visibili- che non lo rendano più efficace. 

Per il primo viaggio è necessario usare un seggiolino auto gruppo 0 + oppure una navicella (consigliata per i primi lunghi viaggi) o un ovetto.  Io vi consiglio di installarlo appena acquistato, così da dipanare subito dubbi, eventualmente anche confrontandosi con il rivenditore. 

 

Ma dove va montato, su quale sedile e in quale senso?

Sia per il primo viaggio che per quelli successivi, il seggiolino auto va montato possibilmente sul sedile posteriore centrale (o quello posteriore del lato passeggero) e in senso contrario di marcia. E’, inoltre, importante disattivare gli airbags, quando installiamo il seggiolino auto.

Perché è importante il senso contrario di marcia e fino a che età è consigliato.

La testa del bambino, lo sappiamo, è, in proporzione al suo corpo, molto più grande e più pesante, appena nato. I muscoli del collo del bambino piccolo non sono in grado di sostenere la sua testolina.  In caso d’impatto frontale, la testa viene spinta in avanti con possibile rischio di lesioni gravi. Nella posizione contraria al senso di marcia, invece, la testa è sostenuta meglio.

Per legge, in Italia, è obbligatorio far viaggiare i bambini in senso contrario di marcia fino ad almeno 15 mesi anche se sarebbe consigliato estendere questa prassi sino ai 4 anni circa.

Alcuni potrebbero obiettare del perché si considerino solo gli eventuali impatti frontali. La risposta è che circa il 70% degli incidenti riguardano le collisioni frontali. E comunque, l’impatto in caso di tamponamento, è in genere meno grave.

Piano piano che i bimbi crescono, anche i seggiolini auto “cresceranno” ed è per questo che, in base alla fascia di appartenenza, si possono distinguere i vari gruppi.

 

Gruppi 1, 2 e 3, quali sono i seggiolini adatti ai nostri figli.

I seggiolini per bambini del gruppo 1,  sono adatti ai bambini dai 9 kg ai 18 kg, quelli del gruppo 2 dai 4 a 6 anni, il gruppo 3 si riferisce ai bambini tra i 6 e i 12 anni, peso circa 22 kg e i 36 kg. Il modo di allacciare i seggiolini auto cambia con la crescita del bambino. Ed è necessario seguire pedissequamente quanto riportato nei manuali di istruzione.

seggiolini auto isofix come montarli

Fino a che età è obbligatorio usare il seggiolino auto?

Salvo modifiche alle normative vigenti, il seggiolino auto è obbligatorio sino all’età di 12 anni/ altezza 1,50 cm. Se, prima di 12 anni, si raggiunge la statura prevista, si può usare solo la cintura di sicurezza senza rialzi. Viceversa, raggiunta l’età prevista, è opportuno continuare ad usare il seggiolino (non più obbligatorio), se l’altezza prevista non è stata raggiunta.

Ultima nota sui rialzi

Nel Gennaio del 2017, la normativa ha previsto il divieto dei rialzi senza schienale, per i bambini sotto i 125 cm. I rialzi senza schienale di nuovo sviluppo sono consentiti solo per i bambini sopra i 125 cm.

Per ulteriori approfondimenti, potete leggere anche sul sito di Bébé Confort

Ora vi parlo della mia esperienza con BèBè Confort

Di recente, per Clara, ho avuto la possibilità di provare un seggiolino auto di Bébé Confort, di cui sotto trovate le principali caratteristiche, dopo aver già usato, per Allegra, il loro Pebble Plus, che ho trovato validissimo, in tutti i nostri viaggi. Entrambi richiedono il sistema isofix e non posso che consigliarveli vivamente.

Quello di cui vi parlo ora è  l’Axissfix Air. 

Caratteristiche dell’ AxissFix Air

ll seggiolino auto AxissFix Air è, tra i seggiolini i-Size di Bébé Confort, quello che ha una protezione in più: gli airbags. Tra quelli posti in senso di marcia, l’Axissfix Air è il seggiolino più sicuro.

Grazie al sistema isofix e agli airbags, in caso di impatto, viene inviato un segnale agli airbags che si gonfiano con aria fredda nella zona del torace. Ottanta millesimi di secondi dopo, gli airbag abbracciano testa e collo, riducendo l’impatto al 55 % sul collo e sino al 25 % sulla testa, in caso di incidente frontale. Gli airbags si sgonfiano immediatamente dopo. 

Questo seggiolino di Bébé Confort mi ha conquistata subito anche per un’altra caratteristica:  la massima facilità d’uso della seduta girevole a 360°, che consente un posizionanto più semplice, senza i numeri circensi che, alle volte, siamo costretti a fare (soprattutto quando i bambini non collaborano).

Adatto dai 4 mesi ai 4 anni circa (in peso e altezza sarebbe dai 61 ai 105 cm ed un massimo di 19 kg).

Grazie alla seduta totalmente girevole, si può usare in senso contrario di marcia fino a 2 anni circa (87 cm) e ruotarlo con un piccolo gesto, in senso di marcia, sino ai 4 anni.

 

 

Post Sponsorizzato 

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply