Le madri che non saremmo mai state

Le madri che non saremmo mai state: quelle che, quando le guardavamo sui social, dal vivo, attraverso episodi narrati, pensavamo  fossero il peggio del peggio.

Le madri che non saremmo mai state, quelle che:

  1. Fanno vedere i cartoni animati, sgarrando, puntualmente, la durata prefissata. Perché il latino che lo abbiamo studiato a fare? Mors tua vita mea.
  2. Dicono bugie, ogni qualvolta hanno voglia di qualcosa di buono. No, questo è cioccolato per i grandi, ha il liquore dentro, ti fa mal al pancino e, nel frattempo, in faccia ai figli, se magnano l’impossibile, che manco a Pasqua.
  3. Creano figli aperitivo-dipendenti. Patatine, pop corn, stuzzichini vari. Non è che una si possa nascondere sempre nell’angolo buio della cucina, dietro tutte le ante aperte, per mangiarsi due patatine!  Già che non ci lecchiamo le dita, e godiamo solo a metà.
  4. Fanno mangiare McDonald’s & simili ai bambini, che, ad un certo punto, hanno talmente tanta confidenza con il fattorino che li consegna, da essere fermamente convinti sia un parente.
  5. Li vestono mentre sono mezzi addormentati, per non dover discutere sull’outfit del giorno e, se si fa troppo tardi, niente colazione. Preferiamo farli morire di fame che discutere con le maestre.
  6. Non cambiano il vestito, ad ogni singola macchia. E che diavolo, sono bambini! E, onestamente, c’è o no ancora qualche centimetro di stoffa intonso? 
  7. Si contraddicono con una certa frequenza e contraddicono una serie di bibbie sull’educazione dei figli, sulle quali avevano giurato. Solo per dirne una: non mettere mai in cattiva luce l’altro genitore, sei cosi disordinato, che fra un pò  diventi come tuo padre!
  8. Paragonano le generazioni, descrivendo la propria infanzia che manco all’epoca della guerra dei cent’anni.  Ai miei tempi era tutto più difficile, mica c’erano così tanti vestiti, mica la scuola era così a scatafascio, mica i figli davano del tu ai genitori. Pensa, c’erano ancora le mezze stagioni.

 

Perché, tra il serio ed il faceto, l’errore (come il giudizio) è sempre, scioccamente, dietro l’angolo!

Previous Post Next Post

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Mamma avvocato Ottobre 1, 2019 at 12:43 pm

    Verissimo!!!!

    • Reply Stato di Grazia a Chi Ottobre 2, 2019 at 9:07 am

      Sono contenta 😉

    Leave a Reply